Perché le vibrazioni possono danneggiare la fotocamera del mio cellulare

La notizia ha sicuramente preso di sorpresa un po’ tutti, fan e non: quando si è vista la notizia dell’Apple al riguardo di come le vibrazioni possono danneggiare la fotocamera dell’iPhone, molti utenti sono rimasti piuttosto stupefatti. La notizia è stata poi applicata ad altri marchi, come la Samsung. Fatto sta che non è ben spiegato perché le fotocamere possono essere danneggiate da tutto questo. Come possono delle vibrazioni rompere in maniera irreparabile la fotocamera?

Cosa si intende per Optical Image Stabilization (OIS)

Cominciamo con l’introduzione di un particolare componente presente in maniera specifica negli ultimi Smartphone in circolazione: l’Optical Image Stabilization (OIS), definita anche come stabilizzazione ottica, è una funzione che permette al cellulare di ridurre le vibrazioni dei filmati e di correggere al volo lo scatto delle foto che possono altrimenti venire mosse. E’ stato introdotto da qualche anno, ma con l’arrivo dell’iPhone 13 (così come gli altri modelli di Smartphone in circolazione) è stato reso chiaro come a tutti gli effetti l’OIS è migliorato drasticamente. Questo è stato reso possibile grazie all’inclusione di più assi e componenti miniaturizzati: a tutti gli effetti la fotocamera al giorno d’oggi è strapiena di piccole parti che si muovono regolarmente in base al nostro movimento. Per questo è quasi logico pensare che, in fondo, dei movimenti bruschi ed intensi possono rovinare questi componenti sul lungo andare. E’ inteso naturalmente che questa problematica è specifica per periodi lunghi ed intensi di stress per la fotocamera: se ad esempio si viaggia in moto una volta ogni tanto, non è un problema per il cellulare. Tuttavia se lo fate più volte ogni giorno, può diventare un rischio per la fotocamera.

Le domande frequenti

La fotocamera non entra in azione quando la apro? Perché viene danneggiata anche a cellulare in stand-by? Purtroppo la stabilizzazione delle lenti e degli obiettivi è sempre in un certo senso attivo. Si basa su dei movimenti meccanici interni, piuttosto che sensori elettronici. Questo è fatto ovviamente per tanti motivi, così come ovviamente la possibilità di poter scattare foto immediatamente piuttosto che attendere lo sblocco delle lenti per via della funzione OIS. Che soluzione può essere attuata? Fortunatamente, ci sono diverse soluzioni che possono essere adeguate per questo scopo. Per certi mezzi è possibile comprare degli accessori che riducono le vibrazioni, specialmente dedicati per le moto. In altri casi basta posizionare il cellulare in un punto dove le vibrazioni non sono tanto intense e continuate. Comunque, e va specificato nuovamente, si parla di scossoni continuati nel tempo – come se sono insomma un abitudine. Anche in questo caso è richiesto un po’ di tempo per rovinare definitivamente la fotocamera.

Plugin optimized by Syrus